Analogico e IP

26 febbraio 2014 at 12:48

In fase di progettazione di un impianto di sorveglianza si possono scegliere 2 tipologie di impianti. Analogico e digitale.

Un impianto analogico è costituito da telecamere e un DVR un impianto analogico è generalmente meno costoso di un impianto basato su tecnologia IP. La risoluzione delle telecamere può variare da modello a modello e definisce quanto definita è un immagine. Una telecamera analogica necessita di almeno 2 cavi:uno per il segnale video e uno per l’alimentazione. Un DVR che generalmente presenta 4 o 8 canali in ingresso è l’apparato che si occupa di memorizzare i video può registrare i video ad una risoluzione di 720 x 576  (stessa risoluzione del segnale tv).

Un impianto IP  è composto da telecamere e NVR (l’apparato che registra i video).Una telecamera IP puo utilizzare un cavo unico per il collegamento in quanto il cavo (di rete) è in grado di trasportare sia il segnale video che di alimentare la telecamera stessa. La risoluzione delle telecamere IP può variare dai 640×480 fino a 2052×1536  ed anche oltre. Cosa comporta questo? Una maggiore risoluzione permette di avere un maggiore dettaglio per singola telecamera che riduce quindi la necessita di installare più telecamere per avere un dettaglio accettabile quindi una telecamera IP è in grado di sostituire diverse telecamere analogiche.

risoluzione